Lettera aperta ad un adolescente del 2019

A te, ragazza e ragazzo, che scioperi per il clima chiedo di essere onesto e sincero con te stesso e con il tuo pianeta e di rispondere a questi quesiti.

Sei veramente colpito dall’emergenza planetaria che stiamo vivendo?

Quanto ne sai?

Hai dati sufficienti per capire che scioperare e manifestare per le strade non sposta di una virgola l’emergenza?

Sei consapevole che senza una tua azione reale, concreta ed individuale non cambierà mai nulla?

Sei pronto a diffondere, con il tuo esempio, un nuovo stile di vita eco-compatibile?

Sei pronto a lasciarti alle spalle comodità ed abitubini nelle quali sei nato e delle quali potrai fare a meno solo con un grande sforzo interiore?

Sei pronto ad ignorare le critiche e le prese in giro del branco dei tuoi coetanei?

Sei pronto a studiare ed informarti sugli effetti dell’attuale stile di vita, soprattutto del mondo occidentale di cui fai parte?

Sei disposto ad interrompere immediatamente gli sprechi e la produzione di rifiuti?

Sei pronto a smettere di dare seguito al tuo narcisismo e all’istinto di apparire sempre il più possibile perfetto?

Sei pronto a vedere il tuo prossimo come un fratello e non come un concorrente o, peggio, un nemico?

Sei disposto ad abbandonare i consumi di energie derivate da carburanti fossili ed utilizzare il più possibile i trasporti pubblici, la bici o, meglio, andare a piedi?

Sei consapevole che il consumo di alimenti di derivazione animale non è sostenibile per l’enorme quantità di acqua consumata e di terre coltivate ad uso esclusivo degli allevamenti intensivi?

Accetti di non cambiare cellulare come cambi le mutande per non generare rifiuti difficili da smaltire e non incentivare lo sfruttamento e la tortura di ragazzi come te che hanno l’unico svantaggio di essere nati in un posto più sfigato del tuo?

Sei disposto ad informarti sistematicamente e a leggere e studiare dedicando molto del tuo tempo libero che normalmente passi davanti alla televisione, alle console di videogiochi o sui tablet e gli smartphone?

Potrei continuare oltre ma mi fermo qui, credo di averti spaventato a sufficienza o forse, per la prima volta, ho catturato la tua attenzione in un giorno importante a livello mondiale come oggi, 15 marzo 2019, e ho fatto nascere in te qualche domanda.

Ti auguro che l’azione di Greta Thunberg, un’adolescente come te, sia solo la miccia accesa di una bomba rivoluzionaria che porti all’esplosione di una nuova società ribelle al consumismo e all’ignavia imposti da decenni di capitalismo al quale quasi tutti sono assuefatti, resi inerti dalla televisione, da internet e dalle mode.

Lo auguro a te perché il futuro riguarda più te che me.